La comunicazione partecipata

La comunicazione partecipata

Narrare l'azione pubblica coinvolgendo i cittadini
Marzo 2014
15x21cm
203 pagine
Print on demand, consegna in 8 giorni
ISBN: 
978-88-6105-181-2

Governo "misurabile" come presupposto di una democrazia sostanziale; la comunicazione pubblica come strumento essenziale per attivare processi partecipativi e per legittimare l'azione dei pubblici poteri. In tale scenario la comunicazione - divenuta una funzione costitutiva e, insieme, una policy trasversale dell'azione pubblica - è il veicolo per alimentare condivisione delle scelte pubbliche e per promuovere l'affermazione di una amministrazione partecipata. Qualità/comunicazione/partecipazione rappresentano i lati di un triangolo virtuoso dello "Stato relazionale", del quale la comunicazione è l'elemento che mette a sistema e in connessione i diversi attori dell'arena sociale sui problemi di interesse generale e sulle dinamiche dell'azione delle istituzioni

  • Stefano Sepe

    è docente di “Comunicazione pubblica” alla Scuola nazionale dell’amministrazione. Giornalista pubblicista, è autore di numerose opere sul funzionamento e sui processi di riforma delle istituzioni pubbliche

  • Ersilia Crobe

    ha svolto attività diricerca presso la LUISS Guido Carli e la Unitelma Sapienza, dove collabora con la cattedra di Comunicazione pubblica. Con Stefano Sepe, ha già pubblicato Società e burocrazie in Italia. Per una storia sociale dell’amministrazione pubblica (Marsilio, 2008).