La via italiana al cambiamento: il programma di diffusione delle “best practices” negli uffici giudiziari

La via italiana al cambiamento: il programma di diffusione delle “best practices” negli uffici giudiziari

Luglio 2016
22 pagine
978‐88-­6856-­069-­0

Il paper si propone di fare un bilancio dei risultati effettivamente conseguiti da un recente intervento di policy finalizzato a supportare l’innovazione organizzativa negli uffici giudiziari: il cosiddetto programma di “Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari”. Avviato nell’aprile del 2008 – e finanziato dai fondi strutturali europei – il progetto aveva come obiettivo quello di migliorare la qualità del servizio “giustizia” favorendo: a) la realizzazione da parte degli uffici di interventi di riorganizzazione interna del lavoro volti a migliorarne l’efficienza; b) la predisposizione da parte degli uffici stessi di strumenti volti a garantire la trasparenza, l’accountability e la facile accessibilità, come bilanci di responsabilità sociale, siti web e carte dei servizi. Ciò che emerge dai contributi e dai dati disponibili è che il programma di diffusione delle best practices ha prodotto risultati assai differenziati da un ufficio all’altro. Uno dei fattori determinanti per il successo dei progetti intrapresi è stata la competenza in materia gestionale-organizzativa dei dirigenti degli uffici. Il programma ha avuto tuttavia l’indubbio merito di diffondere all’interno degli uffici giudiziari la cultura dell’organizzazione e della rendicontazione e di dimostrare che la qualità del servizio “giustizia” può essere migliorata a normativa invariata attraverso interventi mirati di carattere organizzativo.