Shoshana Zuboff

insegna alla Harvard Business School dal 1981, dove è stata tra le prime donne ad avere una cattedra di ruolo. Nel corso della sua carriera ha studiato l’ascesa, l’affermazione e le trasformazioni dell’era digitale, osservandone le conseguenze sociali ed economiche in lavori spesso considerati profetici. Il suo libro In the Age of the Smart Machine, uscito nel 1988, ha predetto l’impatto che l’intelligenza artificiale avrebbe avuto sulla società attuale. Il capitalismo della sorveglianza, salutato con clamore in tutto il mondo, è da molti considerato l’opera definitiva sull’era che stiamo vivendo.